AVA

Autovalutazione, Valutazione e Accreditamento (A.V.A.) del sistema universitario italiano

(dal Documento approvato dal Consiglio Direttivo dell’ANVUR il 09 gennaio 2013)

Il sistema A.V.A. è stato sviluppato in “coerenza con quanto concordato a livello europeo, in particolare secondo le linee guida adottate dai Ministri dell’istruzione superiore dei Paesi aderenti all’Area europea dell’istruzione superiore”. Sono presi in considerazione in particolare gli standard e le linee guida per l’Assicurazione della Qualità nell’area dell’educazione superiore europea (European Standards and Guidelines, ESG-ENQA) adottate nel 2006 con Raccomandazione del Parlamento e del Consiglio Europei (2006/143/CE) in cui si raccomanda agli Stati membri:

  • di incoraggiare tutti gli istituti di formazione superiore operanti nel loro territorio a introdurre o sviluppare sistemi interni rigorosi di certificazione della qualità, conformemente alle norme e agli indirizzi in materia di nello Spazio europeo dell’istruzione superiore adottati a Bergen (2005) nell’ambito del processo di Bologna;
  • di incoraggiare tutte le agenzie di certificazione della qualità o accreditamento ad applicare i criteri di certificazione della qualità definiti nella raccomandazione 98/561/CE e ad applicare la serie di norme generali e indirizzi comuni adottata a Bergen ai fini della valutazione.

In coerenza con il rapporto dell’ENQA e con le decisioni prese a Bergen (2005), e secondo il dettato del D.Lgs. 19/2012, il sistema della valutazione delle università italiane si basa su una struttura a tre livelli:

  • il potenziamento delle attività di Autovalutazione, da parte delle singole istituzioni universitarie, della qualità e dell’efficacia delle attività didattiche e di ricerca attraverso i sistemi di Assicurazione della Qualità (AQ) della formazione e della ricerca; 

  • il sistema di Accreditamento Iniziale e di Accreditamento Periodico delle Sedi e dei Corsi di Studio universitari, fondato sull'uso di specifici indicatori definiti ex ante dall'Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR) per la verifica del possesso da parte degli atenei di idonei requisiti didattici, strutturali, organizzativi, di qualificazione dei docenti e delle attività di ricerca, nonché di sostenibilità economico-finanziaria;
  • il sistema di Valutazione Periodica delle attività formative e di ricerca,  basato su criteri e indicatori stabiliti sempre ex ante dall'ANVUR tesi a valutare l'efficienza e dei risultati conseguiti nell'ambito della didattica e della ricerca dalle singole università e dalle loro articolazioni interne.


L’AQ, l’Auto-valutazione, l’Accreditamento e la Valutazione Periodica non sono sistemi indipendenti, ma fasi successive di un processo integrato ed in costante interazione il cui scopo comune è quello di promuovere il miglioramento permanente delle singole istituzioni universitarie e dell’intero sistema.